Contenuto

Canone Occupazione Spazi Aree Pubbliche COSAP

PRESUPPOSTO PER L'APPLICAZIONE DEL CANONE
Presupposto per l'applicazione del canone sono le occupazioni di qualsiasi natura, anche senza titolo:
· di strade, aree e spazi appartenenti al Demanio o al Patrimonio indisponibile del Comune di Locorotondo e di spazi sottostanti o soprastanti;
· di aree private sulle quali risulta costituita servitù di pubblico passaggio;
Il territorio comunale è suddiviso in due categorie in base alla loro importanza:
1^ Categoria
2^ Categoria

DURATA
Le occupazioni sono distinte in
1) Occupazioni Temporanee: di durata inferiore all'anno, anche se ricorrenti comprese quelle poste in essere in occasione dei mercati;
2) Occupazioni Permanenti: realizzate con carattere stabile, effettuate a seguito di atto di concessione, comunque aventi durata non inferiore all'anno, comportino o meno l'esistenza di manufatti o impianti;

RICHIESTA DI OCCUPAZIONE
Chiunque intenda occupare nel territorio comunale spazi ed aree pubbliche, deve presentare apposita domanda al competente ufficio comunale che ne rilascia ricevuta, volta ad ottenere il rilascio di un apposito atto di concessione o di autorizzazione secondo le modalità previste dall'art. 7 del Regolamento C.O.S.A.P. consultabile presso l'ufficio tributi del comune.

ISTRUTTORIA
La domanda di occupazione è assegnata al Responsabile del relativo procedimento il quale intraprende la procedura istruttoria, tenendo in particolare considerazione l'esigenze della circolazione, igiene e sicurezza pubblica, nonché estetica e decoro ambientale. A tal fine lo stesso provvede ad acquisire i pareri degli eventuali altri uffici comunali interessati e competenti in materia. Il termine massimo per la conclusione del procedimento è di gg. 10 dalla data di presentazione della domanda ovvero dalla data in cui questa è pervenuta al Comune.
Del provvedimento di autorizzazione o concessione verranno compilate tre copie destinate rispettivamente: agli atti dell'ufficio competente, al richiedente ed all'ufficio o al Concessionario incaricato della riscossione del canone.

OBBLIGHI DEL CONCESSIONARIO
Il concessionario oltre ad osservare tutte le disposizioni legislative e regolamentari vigenti in materia, nonché le condizioni contenute nell'atto di concessione o autorizzazione, ha l'obbligo:
· Di esibire, a richiesta degli addetti comunali o del personale della Ditta concessionaria incaricata dell'accertamento e riscossione del Canone, l'atto che autorizza l'occupazione;
· Di mantenere in condizione di ordine e pulizia l'area che occupa;
· Di provvedere, a proprie spese e cura, al termine dell'occupazione, a ripristinare il suolo com'era in origine, rimuovendo anche le opere installate.
In mancanza, vi provvede il Comune con addebito delle spese, utilizzando eventualmente la cauzione prestata in sede di rilascio della concessione o autorizzazione;
· Di versare il canone alle scadenze fissate sull'apposito conto corrente postale intestato al Concessionario.

MODIFICA, SOSPENSIONE E REVOCA DELLA CONCESSIONE
Il Comune con atto motivato può modificare sospendere o revocare, in qualsiasi momento, il provvedimento di concessione rilasciato ovvero imporre nuove condizioni per sopravvenuti motivi di interesse pubblico, senza essere tenuto a corrispondere alcun indennizzo.
La sospensione temporanea della concessione da diritto alla riduzione del canone in misura proporzionale alla durata della sospensione.
La revoca dà diritto alla restituzione proporzionale del canone eventualmente pagato a decorrere dalla cessazione di fatto ed in misura proporzionale al periodo di mancata occupazione, senza interessi ed esclusa qualsiasi altra indennità.

DECADENZA ED ESTINZIONE DELLA CONCESSIONE
Il concessionario decade dal diritto di occupare lo spazio concessogli:
1. Qualora non rispetti le condizioni imposte con l'atto di concessione, ovvero non osservi le norme stabilite dalla legge o dai regolamenti; 2. per mancato pagamento nei termini stabiliti del canone o di altri eventuali diritti dovuti;
3. se, per le occupazioni permanenti, senza giustificato motivo, non realizza, nei tempi stabiliti, le opere previste;
4. per violazione delle norme relative al divieto di sub-concessione e dalle modalità di sub-ingresso nell'uso del bene concesso;
5. per uso improprio o diverso dell'occupazione rispetto a quanto stabilito nella concessione;
6. se, in caso di occupazione temporanea, senza giustificato motivo, non occupa il suolo nei 5 giorni successivi al rilascio dell'autorizzazione.
7. la morte o la sopravvenuta incapacità giuridica del concessionario;
8. la sentenza dichiarativa di fallimento o liquidazione coatta amministrativa del concessionario.
La decadenza non comporta restituzione, nemmeno parziale, del canone versato né esonera da quello ancora dovuto relativamente al periodo di effettiva occupazione.
La decadenza è dichiarata dal Responsabile del Servizio competente con provvedimento che dispone i termini e le modalità di sgombero e ripristino del suolo.

OCCUPAZIONI ABUSIVE
Sono abusive le occupazioni realizzate senza la concessione o l'autorizzazione comunale ovvero in caso di occupazioni difformi e che si protraggono oltre il termine consentito.

CANONE PER L'OCCUPAZIONE DI SPAZI ED AREE PUBBLICHE PERMANENTE.

 
TIPO DI OCCUPAZIONE
NOTE
1^ CATEGORIA
2^ CATEGORIA
Suolo
 
38,00
28,50
Soprassuolo e sottosuolo
 
19,00
14,25
Tende
 
esente
esente
Passi carrabili
 
17,00
12,82
Passi carrabili
con divieto di sosta
17,00
12,82
Passi carrabili
non utilizzati (a raso)
10,26
7,68
Passi carrabili
costruiti direttamente dal comune
10,26
7,68
Accessi Distributori di carburante
 
11,40
8,54
Autovetture di piazza
 
38,00
28,50
Impianti erogatori pubblici servizi
prima applicazione per l'utenza
-
0,74
Impianti erogatori pubblici servizi
a regime
-
4,27
Distributori di carburante
n. 1 serbatoio fino a 3000 litri più colonnine di erogazione carburante ad aria compressa più chiosco fino a 4 metri quadri
55,82
35,63
Distributori di tabacchi
 
20,78
14,85
 

Le tariffe possono essere soggette ad aggiornamenti da parte della pubblica Amministrazione.

VERSAMENTI
Occupazioni permanenti
Il versamento del canone per le occupazioni permanenti è effettuato ad anno solare, compreso, per intero, l'anno di rilascio della concessione, nel termine di gg. 30 dal rilascio della medesima e comunque non oltre il 31 dicembre.
Per le occupazioni pluriennali, il versamento del canone relativo agli anni successivi a quello di rilascio della concessione deve essere effettuato entro il 31 gennaio di ciascun anno.

OCCUPAZIONI TEMPORANEE
Per le occupazioni temporanee il canone deve essere versato all'atto di rilascio della concessione, in unica soluzione anticipata per tutto il periodo di durata dell'occupazione. Tuttavia, per le occupazioni di durata non inferiore ad un mese, il versamento può essere effettuato mediante convenzione con tariffa ridotta del 50%.

TARIFFE

 
TIPI DI OCCUPAZIONE
TARIFFA 1^ CATEGORIA
TARIFFA 2^ CATEGORIA
TARIFFA BASE
Mercati, mercatini e pubblici esercizi (coef. 0,5)
Rid. 40% oltre 15gg.
Rid. 50% convenzione
3,55
1,77
1,06
0,53
2,37
1,18
0,70
0,34
ESERCIZI COMMERCIALI
Rid. 40% oltre 15 gg.
Rid. 50% convenzione
2,12
1,05
1,41
0,70
CANTIERI EDILI (Coef. 0,5)
Rid. 40% oltre 15 gg.
Rid. 50% convenzione
1,77
1,05
0,53
1,18
0,70
0,34
PARTITI POLITICI, ASS.SIND.LI CULT.LI E SPETTACOLI VIAGGIANTI
(Coeff. 0,2)
Rid. 40% oltre 15 gg.
Rid. 50% convenzione
0,70
0,42
0,20
0,47
0,27
0,13
BAR, MACELLERIE, FAST-FOOD ETC.. CON TAVOLINI ALL'APERTO
0,14
0,14
FIERE, SAGRE E FESTE
5,33
3,55
 

NORME COMUNI PER I VERSAMENTI.
I versamenti dovranno essere effettuati con le seguenti modalità: su apposito conto corrente postale n. 86514106 intestato a Comune di Locorotondo - Servizio Tesoreria - COSAP, ovvero mediante Bonifico Bancario IBAN: IT36M0860741520090000501025. 

RIMBORSI
Alla restituzione delle somme erroneamente versate dall'occupante a titolo di canone per l'occupazione, provvede, su istanza dell'interessato, il Funzionario Responsabile appositamente nominato.
Il procedimento dovrà essere esaurito entro 60 gg. dalla data di presentazione della richiesta di rimborso.

ESENZIONI
Sono esenti dal versamento del canone:
a) Le occupazioni realizzate dallo Stato, dalle Regioni, dalle Province, dai Comuni e loro consorzi, e da Enti religiosi di culti ammessi nello Stato;
b) Le occupazioni temporanee realizzate per manifestazioni ed iniziative celebrative, Politiche, sindacali, Religiose, Assistenziali, comunque aventi finalità sociali ed umanitarie, ricreative e sportive, non comportanti attività di vendita o di somministrazione;
c) Le occupazioni da chiunque realizzate per iniziative aventi finalità di carattere istituzionale;
d) Le occupazioni temporanee, realizzate da Enti Pubblici diversi da quelli indicati al primo punto, per iniziative aventi finalità di assistenza, previdenza, sanità, educazione, cultura e ricerca scientifica;
e) Le occupazioni realizzate dalle Organizzazioni Non Lucrative di Utilità Sociale - ONLUS-, di cui all'art. 10 del D.Lgs 4 dicembre 1997 n. 460, a condizione che le stesse risultino iscritte nell'anagrafe unica delle O.N.L.U.S. istituita presso il Ministero delle Finanze;
f) Le occupazioni per il commercio ambulante itinerante, per sosta fino a 60 minuti, e, comunque, le occupazioni che si protraggono per non più di un ora o che, in relazione alla medesima area di riferimento, siano complessivamente inferiori a ½ metro quadrato o lineare;
g) Le occupazioni sovrastanti il suolo pubblico con festoni, addobbi, luminarie e simili, in occasione di festività o ricorrenze civili e religiose; h) Le occupazioni occasionali con fiori e piante ornamentali, effettuate in occasione di festività, ricorrenze o celebrazioni, purché non collocati a delimitazione di spazi di servizio;
i) Le occupazioni con rastrelliere ed attrezzature per deposito cicli;
j) Le occupazioni con tabelle indicative delle stazioni e fermate e degli orari dei servizi pubblici di trasporto, nonché le tabelle che interessano la circolazione stradale, purché non contengano indicazione di pubblicità;
k) Le occupazioni con vetture destinate al servizio di trasporto pubblico di linea di concessione durante le soste e nei posteggi ad esse assegnate;
l) Le occupazioni del sottosuolo stradale per allacciamenti fognari e con condutture d'acqua potabile o d'irrigazione dei fondi e, comunque, le occupazioni di suolo realizzate con innesti ed allacci ad impianti di erogazione di pubblici servizi;
m) Le occupazioni di cui all'art. 7 comma 6 del Regolamento Comunale (carico e scarico merci), ovvero per le occupazioni d'urgenza non superiori a 6 ore;
n) Le occupazioni con impianti adibiti ai servizi pubblici nei casi in cui sia prevista, all'atto della concessione o successivamente, la devoluzione gratuita la comune al termine della concessione stessa;
o) Le occupazioni di aree cimiteriali;
p) Le occupazioni effettuate per il servizio di raccolta e di smaltimento dei rifiuti solidi urbani;
q) Le occupazioni permanenti e temporanee di soprassuolo pubblico, con elusione delle occupazioni con linee aeree di cui all'art. 20 comma 2 del Regolamento Comunale e le occupazioni effettuate con balconi, bow-window o simili infissi di carattere stabile;
r) Occupazioni effettuate con tende fisse o retrattili o rigide.

OMESSO O TARDIVO VERSAMENTO
Nel caso di omesso o tardivo versamento del canone dovuto da parte del contribuente, verranno applicate le seguenti sanzioni:
· Sanzione amministrativa del 30% sul canone dovuto;
· Interessi legali;
· Spese accessorie e/o di notifica.