Comune di Locorotondo - I Borghi più belli d'Italia, Club di Prodotto articolo 23 Statuto ANCI

Imposta Comunale Sulla Pubblicità

PRESUPPOSTO PER L'APPLICAZIONE DELL'IMPOSTA
Presupposto per l'applicazione dell'imposta è la diffusione di messaggi acustici o visivi, effettuata in luoghi pubblici o aperti al pubblico, nell'esercizio di un'attività economica, allo scopo di promuovere la domanda e la diffusione di beni e servizi finalizzati a migliorare l'immagine del soggetto pubblicizzato, ivi compresi i mezzi e le forme atte ad indicare il luogo nel quale viene esercitata l'attività economica.

DURATA
Le forme pubblicitarie sono distinte in:
a. Temporanee: di breve durata e comunque non superiore a mesi tre;
b. Permanenti o annuale: realizzate con carattere di stabilità e di durata superiore a tre mesi

PROCEDURA ISTRUTTORIA E RILASCIO DELL'AUTORIZZAZIONE
Chiunque intenda installare lungo le strade comunali e quelle ad esse assimilate, anche temporaneamente, mezzi pubblicitari deve produrre apposita istanza al Comune.
Detta istanza, redatta in competente bollo, dovrà necessariamente contenere gli elementi di seguito descritti:
a) L'indicazione delle generalità, della residenza o domicilio legale e del codice fiscale del richiedente;
b) L'individuazione esatta del luogo ove si intende installare il mezzo;
c) La descrizione del mezzo (palina, insegna, cartello, targa etc.);
d) La dichiarazione di conoscere esattamente e di subordinarsi senza alcuna riserva alle disposizioni contenute nel Regolamento Comunale, nel D.Lgs. 507/93 e successive modifiche, nonché altre disposizioni che disciplinano la materia.
All'istanza dovrà essere allegata la documentazione richiesta dall'art. 19 del regolamento Comunale sulla Pubblicità.

ISTRUTTORIA
La richiesta di installazione indirizzata all'Ufficio Tributi del Comune và consegnata all'Ufficio Protocollo Generale anche a mezzo raccomandata. Entro sette giorni dal ricevimento, l'Ufficio Tributi trasmette la richiesta, idoneamente istruita, all'Ufficio Tecnico Comunale che è competente per il rilascio dell'autorizzazione dal punto di vista urbanistico. Detto ufficio entro i termini di legge provvede a rilasciare o negare l'autorizzazione e a trasmettere il provvedimento all'Ufficio Tributi per la definitiva predisposizione dell'autorizzazione che sarà redatta in duplice copia: una copia al richiedente, l'altra al concessionario della riscossione dell'imposta. 

OBBLIGHI DEL TITOLARE DELL'AUTORIZZAZIONE
Gli obblighi del contribuente sono di natura amministrativa e tributaria.
Quelli di natura amministrativa riguardano le procedure per ottenere la autorizzazione alla installazione del mezzo pubblicitario e l'osservanza delle prescrizioni ivi contenute, mentre quelle di natura tributaria attengono esclusivamente alle procedure di dichiarazione e versamento dell'imposta.
In ordine agli obblighi di natura tributaria, "la dichiarazione" deve essere presentata prima di dare inizio all'esposizione pubblicitaria dal soggetto passivo (colui il quale dispone a qualsiasi titolo del mezzo attraverso il quale viene diffuso il messaggio pubblicitario). Detta dichiarazione deve contenere le caratteristiche del mezzo pubblicitario, le dimensioni, l'ubicazione e il periodo di esposizione. A riguardo il Concessionario del servizio predispone e mette a disposizione del contribuente la modulistica necessaria.
L'obbligo della dichiarazione sussiste anche nei casi di variazione della pubblicità che comportino la modificazione della superficie esposta o del tipo di pubblicità o il trasferimento dell'ubicazione. E' importante sottolineare che per la pubblicità annuale la dichiarazione originaria, ha effetto anche per gli anni successivi sino a quando non venga presentata denuncia di cessazione, purché non si verifichino modificazioni sostanziali degli elementi dichiarati.
L'eventuale disdetta deve essere presentata entro il 31 gennaio dell'anno di riferimento.

DECADENZA DELL'AUTORIZZAZIONE
Il mancato adempimento delle condizioni imposte nell'atto di autorizzazione, ovvero alle norme stabilite nella legge e nel Regolamento Comunale per la pubblicità, comporta la decadenza dell'autorizzazione.
Si incorre altresì nella decadenza allorché il soggetto autorizzato non si sia avvalso, nei sei mesi dalla definizione delle formalità d'ufficio, dell'autorizzazione accordatagli; la decadenza è disposta dal Sindaco con apposita ordinanza e ad essa sono applicabili le disposizioni regolamentari previste per la revoca.

REVOCA DELL'AUTORIZZAZIONE
Qualora, per mutate circostanze, l'interesse pubblico esiga che quanto autorizzato ritorni alla preesistente situazione, l'Amministrazione Comunale ha il diritto di revocare l'autorizzazione.
La revoca è disposta dal Sindaco con apposita ordinanza e dà diritto alla restituzione dell'imposta pagata in anticipo, esclusa qualsiasi altra indennità.

INSTALLAZIONI ABUSIVE
Tutte le forme di esposizione di mezzi pubblicitari senza la prescritta e preventiva autorizzazione sono da considerare "abusive".

TARIFFE 

 
CATEGORIA
1 MESE
2 MESI
3 MESI
1 ANNO
Ordinaria (per superfici fino a 5,4 mq)
1,34
2,69
4,3
13,43
Ordinaria (per superfici da 5,5 a 8,5 mq)
2,01
4,03
6,04
20,14
Orinaria (per superfici oltre 8,5 mq)
2,69
5,37
8,06
26,86
Luminosa (per superfici fino a 5,4 mq)
2,69
5,37
8,06
26,86
Luminosa (per superfici da 5,5 a 8,5 mq)
3,36
6,71
10,07
33,57
Luminosa (per superfici oltre 8,5 mq)
4,03
8,06
12,09
12,09
Luminosa con pannelli, display ed altro per conto altrui
4,13
8,26
12,39
20,66
Luminosa con pannelli, display ed altro per conto proprio
2,07
4,13
6,20
10,33
 

PUBBLICITA' EFFETTUATA CON VEICOLI

 
TIPOLOGIA
NOTE
PERIODO
IMPORTO
Automezzi superiori a 30 quintali
per ogni rimorchio
annuale
74,37
Automezzi inferiori a 30 quintali
per ogni rimorchio
annuale
49,58
Altre categorie di automezzi
per ogni rimorchio
annuale
24,79
Proiezioni luminose
metri quadrati 1 fisso
giornaliera fino a 30 giorni
2,58
Proiezioni luminose
metri quadrati 1 fisso
giornaliera oltre i 30 giorni
1,29
Striscioni trasversali e simili
 
per 15 giorni o frazione al metro quadro
13,43
Aeromobili
anche con lancio
giornaliera
61,97
Palloni frenati e simili
 
giornaliera
30,99
Distribuzione di materiale
a persona
giornaliera
2,58
Pubblicità sonora
per postazione
giornaliera
7,75
 

RIDUZIONI DELL'IMPOSTA
La tariffa dell'imposta è ridotta alla metà:
a) Per la pubblicità effettuata da comitati, associazioni, fondazioni ed ogni altro Ente che non abbia scopi di lucro;
b) Per la pubblicità relativa a manifestazioni politiche, sindacali e di categoria, culturali, sportive, filantropiche e religiose, da chiunque realizzate, con il patrocinio o la partecipazione degli Enti pubblici territoriali;
c) Per la pubblicità relativa a festeggiamenti patriottici, religiosi, a spettacoli viaggianti e di beneficenza.

MAGGIORAZIONI DELL'IMPOSTA
Qualora la pubblicità di cui agli artt. 12 e 13 del D.Lgs 507/93 e s.m.i. (cartelli, targhe, insegne ecc...) venga effettuata in forma luminosa o illuminata la relativa tariffa è maggiorata del 100%.
Per la pubblicità di cui agli artt. 12 e 13 del D.Lgs 507/93 e s.m.i. che abbia superficie compresa tra 5,5 e 8,5 mq. la tariffa è maggiorata del 50%; per superfici superiori oltre 8,5 mq. la maggiorazione è del 100%.

ESENZIONI DELL'IMPOSTA
Sono esenti dall'imposta:
a) La pubblicità realizzata all'interno dei locali adibiti alla vendita di beni o alla prestazione di servizi quando si riferisca all'attività negli stessi esercitata, nonché i mezzi pubblicitari, ad eccezione delle insegne, esposti nelle vetrine e sulle porte d'ingresso dei locali medesimi purché siano attinenti all'attività in essi esercitata e non superino, nel loro insieme, la superficie complessiva di ½ metro quadrato per ogni vetrina o ingresso;
b) Gli avvisi al pubblico esposti nelle vetrine e sulle porte d'ingresso dei locali o, in mancanza, nelle immediate adiacenze del punto vendita, relativi all'attività svolta, nonché quelli riguardanti la localizzazione e l'utilizzazione dei servizi di pubblica utilità, che non superino la superficie di ½ metro quadrato e quelli riguardanti la locazione o la compravendita degli immobili sui quali sono affissi, di superficie non superiore ad ¼ di metro quadrato;
c) La pubblicità comunque effettuata all'interno, sulle facciate esterne o sulle recinzioni o dei locali di pubblico spettacolo qualora si riferisca alle rappresentazioni in programmazione;
d) La pubblicità, escluse le insegne, relativa ai giornali ed alle pubblicazioni periodiche, se esposta sulle sole facciate esterne delle edicole o nelle vetrine o sulle porte d'ingresso dei negozi ove si effettua la vendita;
e) La pubblicità esposta all'interno delle stazioni dei servizi di trasporto pubblico di ogni genere inerente l'attività esercitata dall'impresa di trasporto, nonché le tabelle esposte all'esterno delle stazioni stesse o lungo l'itinerario di viaggio, per la parte in cui contengano informazioni relative alle modalità di effettuazione del servizio;
f) La pubblicità esposta all'interno delle vetture ferroviarie, degli aerei e delle navi, ad eccezione dei battelli di cui all'art. 13 del D.Lgs 507/93;
g) la pubblicità comunque effettuata in via esclusiva dallo Stato e dagli enti pubblici territoriali;
h) le insegne, le targhe e simili apposte per l'individuazione delle sedi di comitati, associazioni, fondazioni ed ogni altro ente che non persegua fini di lucro;
i) le insegne, le targhe e simili la cui esposizione sia obbligatoria in base a disposizioni di legge o di regolamento sempre che la superficie del mezzo usato, qualora non espressamente stabilito, non superi il ½ metro quadrato.
j) Le insegne di esercizio di attività commerciale e di produzione di beni o servizi che contraddistinguono la sede ove si svolge l'attività cui si riferiscono, di superficie complessiva fino a 5 mq.

INAPPLICABILITA' DELL'IMPOSTA
Non si fa luogo ad applicazione d'imposta per superfici inferiori a trecento cm. Quadrati.
Non si fa luogo ad applicazione d'imposta per i veicoli di proprietà dell'impresa o adibiti a trasporti per suo conto quando sugli stessi sia apposta l'indicazione del marchio, della ragione sociale e dell'indirizzo dell'impresa, purchè sia apposta non più di due volte e ciascuna iscrizione non sia di superbie superiore a ½ metro quadrato.

RIMBORSI
Il contribuente può chiedere il rimborso delle somme versate e non dovute, mediante apposita istanza, entro il termine di due anni dal giorno in cui è stato effettuato il pagamento, ovvero da quello in cui è stato definitivamente accertato il diritto al rimborso.
Il Concessionario è tenuto a provvedere nel termine di 90 gg. dalla presentazione della relativa istanza.

MODALITA' DI VERSAMENTO
L'imposta è dovuta per anno solare di riferimento, cui corrisponde un'autonoma obbligazione tributaria.
Per le altre fattispecie pubblicitarie il periodo di imposta è quello specificato nelle relative disposizioni.
Il pagamento deve essere effettuato a mezzo apposito bollettino sul conto corrente postale n. 86514163 intestato a Comune di Locorotondo - Servizio Tesoreria - ICP, ovvero con Bonifico Bancario IBAN: IT36M0860741520090000501025. La relativa attestazione di pagamento dovrà essere allegata alla prescritta dichiarazione, se dovuta.
Per la pubblicità annuale è facoltà del soggetto passivo procedere al pagamento dell'imposta a rate trimestrali anticipate, solamente ove l'importo dovuto è superiore a € 1.549,37.
Per la pubblicità relativa a periodo inferiori all'anno solare l'imposta deve essere corrisposta in un'unica soluzione.

Comune di Locorotondo - P.zza Aldo Moro, 29 - 70010 Locorotondo (Ba)
Tel. 080 4356111 / Fax 080 4356229 - www.comune.locorotondo.ba.it